الجمعة، 4 ديسمبر، 2015

Transarchitettura, ora / Roberto Masiero العمارة المتحولة


http://architettura.it/extended/20001121/

-----

---

Nel frattempo che è accaduto del nostro sapere e della nostra scienza?

----


------

è l'inizio di un nuovo viaggio che per questo motivo rimette in discussione, inevitabilmente, le origini o l'idea stessa di origine.


E la Transarchitettura? E' l'esito della volontà di appartenenza a questo tempo del trapasso o a questo nuovo inizio. L'architettura può avere questa ambizione o presunzione essendo diventata mondo nel totalmente artificiale. La domanda, però, diviene inevitabilmente questa: "E' sufficiente essere al centro del proprio tempo per essere grande architettura? E' solo l'appartenenza alla tecnica che rende l'architettura architettura? Io credo che la Transarchitettura sia fenomeno nobile, di cui avere grande rispetto e sul quale operare sia in sede analitica che in sede critica (è ciò che stiamo provando con questa mostra e questo quaderno); credo che rappresenti profondamente questo nostro tempo e che proprio per questo sia destinata a perdersi in esso, nella sua immancabile vanità; credo che l'opera dell'artista come dell'architetto (nella loro diversità) non stia nella rapprentazione di qualcosa (sia esso un sentimento, una persona, una classe, un tempo); credo che la grande architettura sia tale solo se comprendendo il proprio tempo lo trasforma in un altro da sè, in un senza tempo, a questo la Transarchitettura, per ora, non è ancora arrivata.


 [21nov00] Roberto Masiero



ليست هناك تعليقات:

إرسال تعليق